Vocabolario Dantesco
lumaccia s.f.
Commedia 1 (1 Inf.).
Commedia lumaccia Inf. 25.132 (:).
Prima att. nella forma lumaccia, ma limaccia era già nel pis. (cfr. TLIO s.v. limaccia 1 e Franceschini, Tra secolare commento, pp. 218, 220). Dal lat. tardo *limacea (in luogo del classico limax,-acis), con passaggio di i a u di non chiara spiegazione (vd. DELI 2 s.vv. limaccialumaca). Il termine ricorre nella similitudine che descrive la trasformazione del ladro Buoso Donati in serpente: durante la metamorfosi le orecchie gli si ritirano nel cranio, proprio come accade alla lumaca quando ritrae dentro alla testa le corna, cioè quei tentacoli al cui vertice sono posti gli occhi. Dalla forma etimologica con i protonica, che sopravvive anche nella trad. della Commedia (da Mad a Cristoforo Landino leggono limaccia), deriva la connessione con limus 'fango', già proposta da Isidoro di Siviglia (Etimol., XIII, V, 7) e ricorrente presso gli antichi commentatori, fra cui Guido da Pisa («dicitur limax a lymo, quia de limo nascitur»), Benvenuto («limax ideo sic vocatur, quia in limo generatur et nutritur») e Buti («nasce di limaccio d'acqua») ad l. È prob. che Dante alluda alla varietà dell’animale priva di guscio, assecondando l’uso fior. doc. dai commentatori tosc., come ad es. Guido da Pisa («limax est quidam vermis, qui vulgo dicitur lumaccia vel limaca, que, quando habet conculam sive testam, chiocciula nominatur») e Cristoforo Landino («e Latini chiamano quelle che portan la chasa cocleas, et quelle che non hanno casa limaces. Et in fiorentino quelle son decte chiocciole, et queste lumache. Ma el poeta per far la rima dixe limaccia dal vocabolo latino limace») ad l., e protrattosi fino ai nostri giorni (cfr. Petrocchi, Voc. uso s.v. lumaca: «non à il guscio come la chiocciola. Le lumache strisciano»; AIS, c. 459). Suggerisce invece un’identità fra i due termini la glossa del Lana ad l. («lumaca, overo chiocciola»), ma anche il Buti ad l. («la lumaca, o vero chiocciola») sembra ignorare la distinzione. Si segnala, infine, la presenza del geosinonimo maruzza nello strato B (di mano napol.) delle Chiose Filippine ad l.
Autore: Francesca Spinelli.
Data redazione: 31.01.2022.
Data ultima revisione: 13.07.2022.
1 [Zool.] Piccolo mollusco terrestre della famiglia dei Gasteropodi, lo stesso che lumaca.
[1] Inf. 25.132: il muso innanzi caccia, / e li orecchi ritira per la testa / come face le corna la lumaccia...